Posts Tagged "natale"

CHIEDIAMO AIUTO – SOS CASA

Non faremo ringraziamenti e bilanci di fine anno, non ce la sentiamo.

Riceviamo questa richiesta disperata di aiuto per una famiglia da una persona che per motivi personali preferisce rimanere anonima.
LA STORIA E’ VERA, i nomi sono di fantasia.
Fra pochi mesi questa ultima sistemazione di fortuna non ci sarà più. Cerchiamo un aiuto per questa famiglia sfortunata, un tetto, una casa, un lavoro.

Contattateci in privato. NESSUNA polemica, grazie.

Condividiamo

Quando un papà si arrende alla vita!

Una casa dai muri scrostati in una delle più vecchie vie del paese, con la strada in ciottolato. Le luci erano spente e la porta in legno, rovinata dal sole, aveva un vetro opaco ed all’interno traspariva una scala scura. Un alone triste ed al tempo stesso lugubre, la faceva sembrare, abbandonata nel tempo.

Sembrava volato un anno….eppure oggi mi trovavo qui a riaccompagnare “a casa” Matteo, in quella che invece non era più la sua vera casa ma quello che era diventato un alloggio di fortuna, concessogli gratuitamente, solo per qualche mese.

“E’ solo per poco tempo, questa sistemazione, poi vedrai che le cose andranno meglio”, gli dissi durante il viaggio, sperando di dargli qualche speranza….ma sapevo, in cuor mio, che nessuno poteva sapere quale sarebbe stato il loro destino.
A 8 anni aveva perso il suo papà ed ora a lui, alla mamma ed alla sorella di 13 era stato concesso un alloggio di fortuna, ma solo per qualche mese….e poi?
Da quando gli avevano detto che dovevano lasciare la loro casa, quella in cui erano vissuti con mamma e papà, Matteo aveva perso quel sorriso spensierato che dovrebbero avere tutti i bambini della sua età.

Le storie che si sentono in giro per cui, quando ci sono dei minori, gli sfratti non vengono mai eseguiti, non corrispondono alla realtà! Un giudice aveva infatti disposto lo sfratto esecutivo, nonostante ci fosse una mamma senza lavoro, con due figli minori da crescere.

Poco più di un anno fa, il marito, non riuscendo a far decollare la sua nuova attività, a fronte di un debito di poche migliaia di euro, si era suicidato, lasciandoli nella miseria più totale.

Ma è questa la casa, gli chiesi? Sì è questa, disse lui. Ne sei sicuro? Mi sembrava impossibile che qualcuno la abitasse, tanto era desolante. Lui, senza rispondermi suonò il campanello e non potei fare a meno di notare che vicino al pulsante, non c‘era scritto alcun nome.

Si accese una fioca luce al piano superiore, dopo poco, vidi dal vetro opaco della porta che qualcuno scendeva dalle scale e ci apriva la porta, era Sofia, la sorella.
La ragazzina ci aprì la porta ostentando un sorriso ma con la poca luce che veniva dalle scale non potei fare a meno di notare che i suoi occhi neri emanavano una profonda malinconia, mista ad un rassegnato sconforto.
Gli scatoloni con le loro cose personali erano ovunque, testimoni del recente trasloco. I libri ed i quaderni dei compiti delle vacanze di Natale, aperti sul tavolo della piccola cucina posta a piano terra.
Un quadro sembrava appeso apposta per nascondere un po’ di quel muro ingiallito dal tempo e mai più tinteggiato. In quel mentre, arrivò la mamma con una borsa di plastica contenente ciò che doveva essere la loro cena.
Mi salutò con un sorriso ma senza dire una parola ed anch’io non ebbi la forza di dire nulla…. cos’altro potevo dire?
Troppe promesse, troppe parole erano state dette all’inizio ed ora le parole non avevano più un senso. Non avevano nessun parente che potesse dar loro una mano ed alcune persone, dopo la tragica scomparsa del padre avevano fatto una “colletta” che gli aveva permesso di sopravvivere qualche mese.

Ora però i soldi erano finiti, così come il Natale e rimaneva una mamma sola. sola con i suoi due bambini, in una triste casa dotata di una cucina e di una stanza con un unico grande letto ove poter dormire stretti stretti, sperando di svegliarsi in un mondo migliore.

BUON ANNO

CHIEDIAMO AIUTO – SOS CASANon faremo ringraziamenti e bilanci di fine anno, non ce la sentiamo.Riceviamo questa…

Pubblicato da Viva Desenzano su Mercoledì 31 dicembre 2014

 

PAROLE PAROLE PAROLE

La giunta fa annunci di lavori pubblici futuri, progetti per Desenzano 2020.

Ecco questa è Desenzano del Garda la domenica di Natale alle 11.00 dopo 2,5 anni di parole senza sostanza e competenza.

E pensate di imbrogliarci ancora?

Assessore Maffi,
Buon Natale.

Ecco il Vo, via di accesso a desenzano.
Oggi, Domenica di Natale.

Ottima l’idea di abbassare le aspettative dei visitatori per non farli rimanere troppo delusi dal deserto natalizio del centro.

Ecco il Vo, via di accesso a desenzano.Oggi, Domenica di Natale.Ottima l'idea di abbassare le aspettative dei visitatori per non farli rimanere troppo delusi dal deserto natalizio del centro.

Pubblicato da Viva Desenzano su Domenica 28 dicembre 2014

COSOGLI DI NATALE X IL SINDACO

Sig Sindaco,
guardi un po cosa chiedono pubblicamente i suoi colleghi sotto l’albero in centro al paese.

Babbo Natale ha portato anche a Lei la medesima umiltà?

Dove siamo?
A Bagno di Romagna, paesino sperduto negli appennini, che con tenacia è diventato turistico.

COSOGLI DI NATALE X IL SINDACOSig Sindaco,guardi un po cosa chiedono pubblicamente i suoi colleghi sotto l'albero in…

Pubblicato da Viva Desenzano su Venerdì 26 dicembre 2014

Riceviamo e Condividiamo

Amina Manassei
A Desenzano è severamente proibito criticare l’amministrazione comunale. Se osi farlo ti becchi nell’ordine del burattino, dell’eversore becero, della claque, del puffetto patetico e una sfilza di attacchi personali. Mai risposte nel merito.
È anche severamente vietato fare un banchetto in piazza col panettone x fare gli auguri di Natale.
È ammesso solo lo spiedo democratico.
Purtroppo oggi va così… ma vederli spazzati via alle prossime elezioni sarà una gioa grande

Riceviamo e CondividiamoAmina ManasseiA Desenzano è severamente proibito criticare l'amministrazione comunale. Se osi…

Pubblicato da Viva Desenzano su Mercoledì 17 dicembre 2014

Copyright@2017 Viva Desenzano | Committente responsabile: Andrea Massi